Scienze Contemplative

Le scienze contemplative nascono dallo studio delle pratiche contemplative da un punto di vista che assume un’epistemologia chiara e rigorosa. Tuttavia, si tratta di un campo in cui, differentemente dallo studio scientifico volto all’oggettività, si ammette come costitutivo della conoscenza il suo aspetto soggettivo. Infatti, inevitabilmente per studiare il mondo dell’esperienza vissuta (spirituale e contemplativa appunto) è necessario assumere che essa sia conscenza.

Da quanto detto risulterà chiaro che non si tratta di studi volti ad assimilare nell’oggettività le esperienze contemplative. Facciamo un esempio: non si tratta di rilevare una specifica attivazione neuronale nel cervello dei monaci in meditazione, questo sarebbe semplicemente rilevare una correlazione che prova ad oggettivare l’esperienza meditativa. Per studiare l’esperienza, anche con i mezzi scientifici, questa correlazione dovrà essere poi esplorata, per esempio mediante metodi soggettivi di indagine dell’esperienza (interviste ai monaci, richiesta di un rapporto o un racconto, ecc…).

Lo studio delle pratiche contemplative, inoltre, prevede anche lo studio della correlazione tra tali pratiche e i benefici psico-fisici che esse hanno sull’essere umano. Si tratta qui di un’esplorazione della correlazione tra spiritualità e cura volta a studiare nel dettaglio come le pratiche spirituali tradizionali prevedono anche tecniche che si rivelano curative o dal valore terapeutico. Questo risulta evidente se si studiano ad esempio le medicine tradizionali come ayurveda e medicina tradizionale cinese (e moltissime altre!).

.IMG_5965

Si tratta di studi interdisciplinari

Le scienze contemplative sono plurali, poiché si avvalgono di tante tecniche, normalmnete utilizzate in campi di ricerca differenti, e coinvolgono ricercatori di discipline eterogenee come, senza essere esaustivi, le scienze biologiche, naturali, psicologiche, filosofiche, neurologiche e religiose. Inoltre, le pratiche da studiare sono innumerevoli, dalla meditazione al tai chi, passando per mindfulness (che contrariamente a quento pensiamo non esattamente meditazione), gli yoga (che sono molti e diversi) e altre pratiche ancora.

In questo scuola ci focalizziamo sulle pratiche yogiche e le relative meditazioni, in particolare ci interessano gli aspetti psicologici, cognitivi ed esistenziali sia in senso terapeutico che puramente spirituale.

Sei curios*? Scopri i corsi online 

Vuoi uno spazio solo tuo? Scopri i percorsi individuali

Sei un istruttrice/tore o operatrice/tore? Scopri i percorsi professionali. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close